© 2009 - Centro Appenninico Ricerche Sotterranee            Ultimo aggiornamento 1 Aprile 2020

Il Centro Appenninico Ricerche Sotterranee ha lo scopo di attivare studi e ricerche, in vari campi disciplinari delle scienze naturali (geologia, mineralogia, paleontologia, scienze della terra, ecologia, botanica, zoologia, biogeografia) su habitat e specie (animali e vegetali) a carattere appenninico, distribuiti sul territorio carsico dell’Italia peninsulare, allo scopo di formulare e sperimentare l’applicabilità di modelli di conservazione e gestione del patrimonio naturalistico su scala globale.

Scopi preminenti del Centro sono la difesa e la tutela della biodiversità e della geodiversità, la diffusione della conoscenza sugli ecosistemi naturali peninsulari, lo sviluppo e il coordinamento per la ricerca speleologica, la diffusione e la promozione di una cultura e di una sensibilità collettiva per la conservazione e gestione delle risorse naturali. Il Centro si propone inoltre di promuovere e sostenere tutte le iniziative mirate alla tutela e alla conservazione degli ambienti carsici, grotte e cavità artificiali; di coordinare le attività scientifiche degli aderenti al Centro; di promuovere e favorire i rapporti tra il Centro stesso e studiosi di discipline diverse sia a livello nazionale che internazionale.

Grotte del CavalloneGrotte_del_Cavallone.html
Grotte Turistiche in AbruzzoGrotte_Turistiche_in_Abruzo.html
Gruppi AderentiGruppi_Aderenti.html
DownloadsDownloads.html
NEWS
Cavità ArtificialiCavita_Artificiali_1.html
http://livepage.apple.com/
http://livepage.apple.com/

Pagina dedicata a recensioni di varie attrezzature e brevetti realizzati

dal CARS.

FilmatiFilmato.html

Esplorata la Grotta del ghiaccio nel Ghiacciaio del Calderone sul massiccio Gran Sasso d’Italia - Il Centro Appenninico Ricerche Sotterranee ha esplorato una interessante cavità formatasi nel Ghiacciaio del Calderone sul massiccio Gran Sasso d’Italia. Individuata dai nostri soci circa un mese fa, il CARS si è subito attivato per organizzare l’esplorazione ....

                                                                                               >> Continua

ESPLORAZIONI SPELEOLOGICHE NEL GESSO : Interessantissime esplorazioni nelle vene di gesso di Gissi (CH). Quattro nuove grotte scoperte.........

                              >> Continua

Puliamo il Buio 2012

Il 29 e 30 settembre per Puliamo il buio 2012, il CARS effettua un secondo evento di pulizia della Cisterna Romana (37ACH) in piazza dei Templi Romani, Chieti, per ultimare il lavoro iniziato nella precedente edizione.

                                                                                  >> Continua

Eventi in Italia sul sito SSIhttp://www.puliamoilbuio.it/eventi.htmhttp://www.puliamoilbuio.it/eventi.htmshapeimage_19_link_0
GrotteGrotte.html

Il CARS partecipa all’Assemblea Nazionale dell’Associazione “Città delle Grotte”.

In occasione dell’Assemblea Nazionale dell’Associazione “Città delle Grotte”, tenutasi presso Sante Marie e Carsoli (AQ), si è svolto un incontro dal titolo: “Accompagnamento in grotta: normative regionali e nazionale”. I Presidenti del CARS e della Società Speleologica Italiana hanno avuto modo di esporre i concetti della Speleologia Italiana in merito alle grotte turistiche.

                                                                               >> Continua

Pulizia della Cisterna Romana in diretta streaming -

Dopo tutti gli interventi di “Puliamo il buio” per lo svuotamento da liquami e altri detriti, sabato e domenica prossima (18/19 maggio 2013), l’ultima operazione di ripulitura alla Cisterna dei Templi Romani a Chieti.





                                                                          >> Continua

Partecipazione del CARS alla realizzazione del museo virtuale “Cavallone easy” - Sabato 15 febbraio alle ore 15.30 si è svolta a Taranta Peligna, presso il Palazzo Malvezzi, l’inaugurazione del Museo Virtuale delle Grotte del Cavallone “CAVALLONE EASY”. Un progetto portato avanti dall’Amministrazione comunale, con il co-finanziamento di Unione Europea, Regione Abruzzo, Provincia di Chieti, e il patrocinio dell’Associazione Nazionale Città delle Grotte.

           

                                                                        >> Continua

A BREVE TUTTO IL PROGRAMMA DEL CORSO

Fonticelle: la “nonna” delle miniere di asfalto e bitume d’Abruzzo

All’interno del bacino minerario della Maiella, adibito all’estrazione di rocce asfaltiche e bituminose tra il 1850 ed il 1960, la miniera di Fonticelle ricopre grande rilevanza storica per la sua longevità. Essa infatti risulta essere, tra le miniere rintracciabili al giorno d’oggi, una delle prime citate storicamente. Questo le ha permesso di attraversare tutte le vicissitudini del bacino minerario: avvicendamento di numerose società alla sua direzione, due guerre mondiali, numerosi incidenti ed eventi avversi legati al territorio. Questa prima fase di ricerca si è svolta nella zona mineraria più facilmente individuabile e con il rilievo dei primi due livelli esplorati. Inoltre un’approfondita ricerca d’archivio ha dato modo di interpretare i risultati “in situ” ed avviarne una più approfondita comprensione. L’area di Fonticelle risulta però più vasta e può dare ancora molto spazio a ricerche future.